In goal alla prima da titolare, ma per Zvonko Popović che ha lanciato il serbo con il Partizan Belgrado non è una sorpresa: “Ha il dribbling di Zinedine Zidane, diventerà il calciatore più forte della storia del nostro Paese“.

A 17 anni già indossava la fascia di capitano in prima squadra con il Partizan, dove ha firmato il suo primo contratto da professionista assieme a Lazar Markovic, con il quale ha fatto le giovanili nella prestigiosa squadra serba.

Nel 2009 Ninkovic si è reso protagonista del trionfo del Partizan Belgrado alla Gallini World Cup di Pordenone con un percorso netto. Nella fase a gironi i bianconeri hanno sconfitto il Lyngby per 4-0, con Ninkovic ad aprire le danze, nel secondo match 3 a 1 alla Dinamo Zagabria, per poi concludere al primo posto battendo l’Azzanese per 2 a 0 con l’ultima realizzazione proprio di NinkovicDzigi (così gli piace farsi chiamare) protagonista assoluto del girone di Azzano Decimo.

In semifinale arriva la vittoria per 2 a 0 contro la Nazionale dell’Iran, mentre il trofeo viene alzato davanti ad uno stadio Bottecchia gremito ai danni dell’Atalanta (1-0).
Un incontro per il quale lo stesso Partizan Belgrado non nasconde il suo entusiasmo sul sito ufficiale: “La partita è stata giocata in un ambiente fantastico di fronte a circa 5.000 spettatori. L’allenatore Popovic, in fibrillazione per tutta la partita, ha vinto di misura 1: 0 con una superbo goal di Luca Stojanovic da circa 25 metri. I nostri “Pionieri” hanno vinto così il trofeo del torneo, che si è chiuso con una magnifica cerimonia con la partecipazione di tutte le 32 squadre della manifestazione e ciascuna ha avuto un dono dall’organizzazione, il Partizan ha avuto quello della coppa per il 1° posto. Oltre a questo abbiamo vinto anche un altro trofeo, quello per il miglior giocatore del torneo andato a Stefan Savic“.

Con il Partizan Ninkovic ha vinto 3 campionati serbi e partecipato alla UEFA Champions League, nel 2016 arriva il suo approdo in Serie A con una breve esperienza al Chievo Verona, ma adesso al Genoa Dzigi sembra davvero pronto e l’ha voluto dimostrare da vero fuoriclasse, aprendo la partita contro il Milan alla prima da titolare.

La favola per questo ragazzo classe 1994, sembra essere soltato all’inizio.

macvainfo-rs

Foto www.macvainfo.rs

Contact Us

Don't hesitate to contact us for any enquiry.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search